Albergo della Pace
Albergo della Pace

12 - Colle Arpione

Partenza/arrivo: Aisone
Dislivello: 2300 mt Lunghezza: 63 km
Tempo: 6 ore
Difficoltà tecnica: MC / MC+ - E1
Dislivello non ciclabile: 100 mt


Dalla piazza del Municipio di Aisone si attraversa la strada Statale 21, si scende per il paese, si guadagna la piana sul fondo della valle e, attraversando il fiume Stura, si giunge sul versante opposto della vallata incrociando la strada Provinciale 337, chiamata dai locali “strada militare” (Bar centro fondo sulla sinistra). La si percorre verso valle per poche centinaia di metri per prendere a destra sempre su asfalto (809 mt - 1,04 km indicazione per lago della Valletta). Si procede in salita e ad un bivio si prende a sinistra su sterrato (866 mt - 1,62 km). La carrareccia attraversa in piano un enorme bosco di castagni per poi cominciare a scendere e trasformarsi in una strada asfaltata che giunge ad una biforcazione (804 mt - 4,55 mt). Da qui si prende a destra seguendo le indicazioni per la frazione Paluch si prosegue attraversando la frazione Signora, dopo di che ad un bivio si svolta nuovamente a destra (857 mt - 6,18 km) e si pedala in salita per qualche centinaio di metri per poi prendere a sinistra uno stretto sterrato (913 mt - 6,75 km).
La piccola carrareccia scende e diventa un divertente single-track con qualche gradino in pietra impegnativo (ancor più in autunno con i ricci delle castagne che rendono poco precisa la guida) e arriva sulla strada provinciale 337 nei pressi della frazione Ospedalieri (748 mt - 9,53 km). Si percorre l’asfalto verso valle e al bivio per la Borgata Coime si prende a destra (735 mt - 10,28 km). Raggiunta tale frazione l’asfalto diventa sterrato e continua a salire fino ad incrociare un’altra strada sterrata che tagli il pendio da est a ovest (1243 mt - 15,26 km). Si procede verso ovest fino a raggiungere la biforcazione per il Colle dell’Arpione (indicazioni - 1353 mt - 17,77 km). Si svolta a sinistra risalendo fino ad una grande radura denominata Pra d’la Sala (1490 mt - 20 km) e si continua a pedalare su strada carrozzabile seguendo le segnalazioni per il Colle dell’Arpione.
Successivamente si abbandona lo sterrato per prendere a destra un sentierino (1600 mt - 20,92 km prestare attenzione perché il bivio è poco visibile, ad un albero è fissata una placchetta provvisoria con scritto MMB, il vero cartello è nascosto dietro gli alberi a monte della strada). Spingendo la bici per 20 minuti circa per il ripido sentiero si arriva al Colle dell’Arpione (1735 mt - 21,26 km). Da qui si imbocca il viottolo piegando prima a destra per poi scendere con alcuni tornantini fino ad una piana erbosa nel Vallone di Desertetto. Si continua verso destra fino ad intersecare una stradina sterrata (1403 mt - 23,30 km). Si prosegue in discesa sulla carrareccia che diventa più larga e ripida incontrando l’asfalto nei pressi della frazione S.Bernardo (1088 mt - 26,40 km).
Si scende ancora fino alla strada Provinciale della valle Gesso , la si percorre verso valle, si entra nell’abitato di Valdieri e, seguendo le indicazioni, si risale il duro asfalto (possibilità di compiere dei tagli di una dura mulattiera non sempre pedalabile per gradini in legno) fino a Madonna del Colletto (1305 mt - 37,30 km sul colle è situata una cappella). Si scende sempre su asfalto ritornando verso la valle Stura fino alla frazione Tetti Baut (991 mt - 41,14 km). Da qui si prende a sinistra una strada asfaltata n salita che poco dopo diventa uno sterrato, si compiono alcuni ripidi tornanti che ci innalzano su di un mezza costa che taglia il pendio boschivo in direzione ovest (tralasciare le indicazioni sulla destra per Madonna Sconsolata). Si giunge quindi al bivio già percorso all’andata provenendo dalla Borgata Coime, si ripercorre quindi per la seconda volta lo sterrato in direzione ovest fino al bivio per il Colle dell’Arpione (1335 mt - 49,67 km). Questa volta però si svolta a destra in discesa attraversando la frazione di Bergemolo per continuare, sempre su sterrato, verso la Borgata Bergemoletto. Poco prima di entrare in tale frazione si abbandona la strada sterrata per prendere il sentiero sulla destra (1272 mt - 54,13 km indicazione per Fontan).
Si percorre il divertente single-track in discesa compiendo facili tornantini e superando alcuni gradoni in pietra fino a raggiungere l’asfalto già percorso in salita (880 mt - 56,12 km). Si percorre l’asfalto a ritroso toccando le Borgate Signora e Paluch e, piegando a destra, si guadagna la strada Provinciale 337 che ci conduce in breve all’abitato di Aisone (834 mt - 63 km) Possibilità anche di imboccare una pista sterrata sulla destra orografica del fiume Stura che ci porta nella piana sottostante il paese di Aisone.

Cartina Fraternati Editore 1:25000 n.14
Cartina igc 1:25000 n.113 (minima parte n.112)
Cartina igc 1:50000 n.7 e 8

Scarica cartina